Jaguar Land Rover fa il pieno a Ginevra

Ginevra. Jaguar Land Rover ha presentato al Motor Show di Ginevra tre veicoli innovativi, la Range Rover Velar, il Concept Jaguar I-PACE e la “Project Hero”, una versione speciale della Land Rover Discovery attrezzata per impiego nelle missioni umanitarie, creata per la Croce Rossa Austriaca.

Non ha dubbi il CEO Dr.Ralf Speth: “Abbiamo due veicoli rivoluzionari, Range Rover Velar e Jaguar  I-Pace, fedeli al nostro obiettivo:creare qualcosa che i nostri clienti ameranno per sempre”.

Entrambi i modelli rappresentano le maggiori innovazioni nei rispettivi segmenti, condividendo un’irresistibile combinazione di design britannico e creatività ingegneristica.

Range Rover Velar (il suo nome rimanda ai prototipi della prima Range) mostra novità e un carattere sportiveggiante. I nuovi gruppi ottici Matrix Led molto sottili sono integrati nel poderoso frontale, le maniglie scompaiono sulle portiere, mentre il passo da 2,87 metri garantisce spazio a bordo e grande capacità di carico (673-1.731 litri). La rivoluzione prosegue all’interno, dove fa il suo debutto il sistema di infotainment Touch Pro Duo con doppio schermo e comandi fisici integrati, aprendo così a una nuova interfaccia di controllo. La Velar, che debutterà anche nel ricco allestimento First Edition, sarà proposta con motori benzina da 250 e 380 CV e con quelli diesel da 180, 240 e 300 CV, tutti con cambio automatico otto marce e trazione integrale, offrendo le immancabili qualità di guida in fuoristrada di tutte le Range. Completissima anche la dotazione di sistemi di assistenza alla guida, che include anche sistemi dedicati alla guida con rimorchio.

Per la I-Pace Concept, la Jaguar ha realizzato in proprio batterie al litio da 90 kWh raffreddate a liquido, che garantiscono 500 km di autonomia secondo la normativa Nedc (220 miglia secondo l’Epa) e le permettono, stando ai dati dichiarati, di toccare le 60 miglia orarie da fermo (96 km/h) in circa 4 secondi. Lo schema meccanico prevede un motore elettrico per ogni asse, garantendo così la motricità e le prestazioni della trazione integrale: la potenza massima è pari a 400 CV, mentre sono 700 i Nm di coppia. Il sistema di ricarica veloce da 50 kW consente di ricaricare completamente le batterie in poco più di 2 ore, recuperando l’80% dell’energia in 90 minuti. Per offrire il massimo piacere di guida, gli accumulatori sono stati posizionati al centro della vettura e nella posizione più bassa possibile per ottimizzare la distribuzione dei pesi. Le sospensioni riprendono lo schema della F-Pace, con doppi triangoli di alluminio anteriori e Integral Link posteriore.

  

                

“Project Hero”, prodotta dalla sezione Special Vehicle Operations di Jaguar Land Rover con la collaborazione della Croce Rossa austriaca, è equipaggiata con uno speciale drone, e sarà collaudata dai Team di Intervento d’emergenza nel corso del prossimo anno.  La vettura utilizzata per questo progetto è una Discovery TD6, modificata anche all’interno per il trasporto delle attrezzature di soccorso e per la ricarica dei dispositivi digitali con prese aggiuntive.

Leave a Comment