Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio: non è ancora arrivato ma si può ordinare

Quello che è considerato il SUV più veloce della categoria, l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, da oggi è ordinabile ma… occhio: il listino parte da 95.000 euro.Bello, sportivo e particolarmente cattivo, lo Stelvio Quadrifoglio ospita sotto il cofano un propulsore 2.9 V6 Bi-Turbo, ovviamente benzina, in alluminio e ispirato da tecnologie e competenze tecniche Ferrari, capace di erogare 510 CV di potenza massima a 6.500 giri/min e di sviluppare una coppia massima di 600 Nm tra i 2.500 e i 5.000. Come una qualunque sportiva che si rispetti, è abbinato ad un cambio automatico a otto rapporti con “calibrazione specifica” che permette di cambiare in soli 150 millisecondi in modalità di guida Race.

In cifre, si traduce in: accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,8 secondi e velocità massima di 283 km/h.

La grande novità? Per la prima volta un V6 da 2.9 litri da 510 CV è abbinato sistema di trazione integrale Q4 che garantisce il massimo livello in termini di prestazioni, motricità, piacere di guida e sicurezza in tutte le situazioni. In condizioni normali, il sistema Q4 trasferisce il 100% della coppia all’assale posteriore. All’approssimarsi del limite di aderenza delle ruote, il sistema trasmette in tempo reale fino al 50% della coppia motrice all’assale anteriore attraverso un transfer case.

Strano ma vero. Lo Stelvio Quadrifoglio è particolarmente efficiente nelle emissioni e nei consumi, grazie al sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico e alla funzione “sailing”, disponibile in modalità di guida Advanced Efficiency.

Tecnologia top. Stelvio Quadrifoglio è dotato dell’esclusiva unità di controllo AlfaTM Chassis Domain Control ed è l’unico SUV a offrire di serie il differenziale AlfaTM Active Torque Vectoring.

In particolare, il sistema gestisce e assegna, in contemporanea, compiti specifici ai diversi sistemi attivi, quali il selettore AlfaTM DNA Pro, la trazione integrale Q4, il sistema AlfaTM Active Torque Vectoring, le sospensioni attive AlfaTM Active Suspension e l’ESC.

La tecnologia Torque Vectoring ottimizza la motricità di Stelvio Quadrifoglio e ne accentua il suo carattere sportivo. Le due frizioni, a controllo elettronico contenute nel differenziale posteriore, consentono di controllare separatamente la coppia per ciascuna ruota. In questo modo, la trasmissione della potenza a terra è sempre ottimale anche in situazioni di guida al limite. Ciò permette di condurre l’auto in modo sicuro, sportivo e divertente, senza mai ricorrere a interventi invasivi da parte del controllo di stabilità.

2018 Alfa Romeo Stelvio

Vale la pena spendere due parole per le sospensioni, dotate di tecnologia AlfaLinkTM, il cui schema prevede all’avantreno la sospensione a quadrilateri sovrapposti con asse di sterzo semi-virtuale (che ottimizza l’effetto filtrante e consente di sterzare in modo rapido e preciso) e al retrotreno la soluzione Multilink a quattro bracci e mezzo (il brevetto è Alfa Romeo) che assicura contemporaneamente  prestazioni, piacere di guida e comfort.

Alfa Active Suspension è un sistema di controllo attivo e continuo delle sospensioni e degli ammortizzatori che permette di ridurre le oscillazioni del corpo vettura in tutte le condizioni di guida. L’aspetto più interessante è che esso interagisce costantemente con il CDC e con l’Alfa DNA Pro e “calibra” il suo intervento a seconda della modalità selezionata a tutto vantaggio del comfort e dell’handling.

 

 

 

 

Leave a Comment