Fiat Panda: l’ultimo record della city car dei record

Lo scorso 17 novembre a Pomigliano d’Arco (Napoli) è stata prodotta la milionesima Fiat Panda. Si tratta di una Panda City Cross 1.2 da 69 CV destinata, manco a dirlo, al mercato italiano…Dallo stabilimento G. Vico è uscita la milionesima Fiat Panda prodotta a Pomigliano d’Arco (Napoli): è l’ennesimo primato per questa city car che dal 2012 è la più venduta in assoluto in Italia e dal 2016 la più venduta in Europa nel suo segmento.

Insomma, è l’orgoglio di tutti quelli che lavorano nella fabbrica campana perché solo pochissimi i modelli hanno la fortuna di vantare un simile record.

Destinata al mercato italiano, l’esemplare del record, di color bianco, è una versione City Cross 1.2 da 69 CV particolarmente predisposta per l’off road, pur non disdegnando assolutamente la città. Del resto, sin dal suo esordio, la Panda si è distinta per le sue tre diverse anime: una funzionale vettura da città, un fuoristrada 4×4 ultra compatto e un crossover urbano ricco di stile e dalle ottime doti off-road.

Ricordo, qualche anno fa, di un doppio test drive in una cava dove la Panda Cross, in un percorso super tecnico e molto impegnativo, ha fatto vedere le marmitte a un fuoristrada giapponese, il RAV 4 che, in una salita molto ripida, sì è letteralmente fermato mentre la Pandina saliva raggiungendo la meta con molta semplicità.

Dal 1980, anno di lancio della prima Panda, a oggi ne sono state prodotte, complessivamente, oltre 7,5 milioni (il nuovo record si riferisce alla quarta generazione lanciata alla fine del 2011). Numeri che bene rappresentano il suo lungo percorso costellato da tanti successi, non solo in termini commerciali ma anche di primati tecnologici nel segmento. Ad esempio, la Panda 4×4 del 1983 è stata la prima city-car a trazione integrale e nel 1986 è stata la prima compatta ad adottare un motore diesel. Nel 2004 Fiat Panda è stata la prima del suo segmento ad aggiudicarsi il prestigioso titolo di “Car of the Year”. E nello stesso anno, da segnalare che è stata la prima city-car a raggiungere i 5.200 metri del campo base avanzato delle spedizioni sull’Everest.

La lunga serie di record continua nel 2006 quando Fiat Panda è la prima city-car con alimentazione a metano prodotta su larga scala. Dal suo esordio ogni anno è stata la vettura a metano più venduta in Italia e, nel cumulato dal 2007 a oggi, anche in tutta Europa. Lo scorso febbraio, infatti, ha tagliato il traguardo di 300.000 unità, un primato assoluto nel panorama delle vetture alimentate a metano. Ovviamente, come tutti gli altri modelli a metano di Fiat, anche la Panda CNG è già compatibile con il bio-metano.

Fiat Panda, però, non si ferma mai: oggi è l’unica del suo segmento a offrire quattro motorizzazioni (benzina, gasolio, benzina/metano e benzina/GPL), tre configurazioni (Urban look, City Cross e 4×4), due trazioni (anteriore e integrale) e due cambi (manuale e robotizzato Dualogic). Insomma, ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Al nuovo record ha contribuito certamente anche lo stabilimento G. Vico di Pomigliano d’Arco che la produce, un impianto all’avanguardia che ha conquistato numerosi premi proprio a partire dal 2011 quando è stata totalmente ristrutturata per produrre la Fiat Panda. A iniziare dal 2012 quando ottiene la certificazione Silver, nell’ambito del programma World Class Manufacturing, e riceve l’Automotive Lean Production Award come miglior stabilimento d’Europa.

Nel 2013 – un solo anno dopo, sempre in ambito WCM – all’impianto viene riconosciuto il livello Gold, con relativa certificazione. E nel 2014 arriva un nuovo riconoscimento internazionale, il Lean and Green Management Award, che testimonia i rilevanti progressi fatti nell’ottimizzazione di tutte le “risorse” necessarie per poter produrre automobili. E in un periodo dove il rispetto dell’ambiente, la lotta all’inquinamento e le emissioni di CO2 sono la priorità assoluta… scusate se è poco!

Leave a Comment