Parco Valentino 2018: la passione in movimento

Mancano poco più di 100 giorni alla quarta edizione del Parco Valentino International Auto Show o, più semplicemente, il salone dell’Auto di Torino (dal 6 al 10 giugno).Ad oggi hanno confermato la loro partecipazione tutto il gruppo FCA (Fiat, Lancia, Abarth, Jeep, Alfa Romeo, Fiat Professional, Mopar, Heritage), il gruppo Volkswagen al completo (Audi, SEAT, Skoda, Volkswagen), Mercedes-Benz, Smart, Suzuki e Mazda. Confermata anche Italdesign che, in occasione del 50° anniversario, sarà grande protagonista di un’esposizione all’interno del Castello del Valentino con modelli e prototipi che hanno fatto la storia dell’automotive mondiale. Insomma, in attesa che altri costruttori confermino la loro presenza, di motivi per fare una scappatina a Torino, ce ne sono davvero molti. Su tutti, la passione per ciò che si muove su quattro ruote: dalle vetture d’epoca a quelle nuove di zecca, dalle ibride plug-in alle elettriche, passando per le vetture americane, i prototipi e le super car. Tenendo poi presente che l’ingresso è gratuito (bisogna semplicemente registrarsi) e che più di 15 piazze ospiteranno eventi di intrattenimento, beh… what else?

Il salone dell’Auto di Torino non sarà solo passione e divertimento perché ci saranno momento di riflessione e di dibattito sulla mobilità in generale. Non è un caso, infatti, che la sera del 6 giugno ci saranno ben 300 delegati del Congresso internazionale di Automotive News Europe al quale parteciperanno addirittura ben 4 amministratori delegate di case automobilistiche: Linda Jackson (Citroën), Andy Palmer (Aston Martin), Annette Winkler (Smart) e Thomas Ingenlath (Polestar, nuovo brand per vetture elettrificate di Volvo). Prenderanno parte inoltre Ponz Pandikuthira, responsabile del product planning di Nissan Europe, Michael Cole, responsabile delle attività europee di Kia Motors, Joerg Astalosch, Chief Executive Officer di Italdesign e Peter Martens, Chief Technical Officer di Audi.

L’Italia sarà rappresentata dal direttore del design di Italdesign, Filippo Perini, dal presidente di CLEPA, Roberto Vavassori, e da Lapo Elkann, fondatore e presidente di Garage Italia.

Andrea Levy, presidente del Salone dell’Auto di Torino: “I proprietari delle auto più emozionali, in questi ultimi anni hanno visto la loro passione messa a dura prova, colpita da tasse come il Superbollo, che non esiste in nessun altro paese europeo, e che si è dimostrata controproducente per le casse dello stato italiano. Ospitare a Torino i collezionisti e le loro supercar, arrivati da tutta Italia, rappresenta il miglior modo di riaccendere l’interesse per le automobili anche nei giovani, partendo dal lato emotivo per arrivare ad approfondire il tema culturale e tecnologico, con particolare attenzione alle nuove motorizzazioni elettriche e ibride e contribuendo, così, al rilancio a 360° del settore automotive italiano”.

 

Leave a Comment