Nuova Kia CEED: molto di più di una… #BellaMossa

Che ci fa la nuova KIA CEED al Meazza di Milano? Ovviamente (ri)parte per conquistarsi un posto al sole nell’agguerrito segmento C. Lo fa proprio dal tempio del calcio in qualità di main sponsor dell’Europa League, la più importante manifestazione europea dopo la Champions.

L’#BellaMossa è quello scelto da KIA Italia per il lancio della nuova CEED che si ripresenta nelle versioni berlina e station wagon. Testimoni d’eccezione Alessandro Del Piero e Diletta Leotta che, oltre a guidare la nuova vettura, distribuiscono perle di saggezza sul web, a favore di una maggior sicurezza. Se sulla nuova CEED, per esempio, basta un semplice gesto per utilizzare il vivavoce, perché mai tenere in mano il cellulare? Oppure, perché non mettere le frecce quando si gira a destra o a sinistra?

Fin qui il marketing… Dall’arrivo sul mercato della prima generazione nel dicembre 2006 a oggi, ne sono state costruite oltre 1,28 milioni di unità. La seconda generazione, nata nel 2012, con 640.000 unità vendute ha raccolto il testimone e ulteriormente consolidato la presenza sul mercato. Oggi, CEED ritorna e, giunta alla sua terza evoluzione, introduce importantissime innovazioni. A partire dal nome, non più cee’d ma CEED (Community of Europe, with European Design), a sottolineare il carattere profondamente europeo della berlina compatta Kia.

“Oggi KIA CEED – dichiara Giuseppe Bitti, Amministratore Delegato di Kia Motors Company Italy – continua a essere protagonista della costante crescita del marchio anche in Italia dove, a partire dal suo debutto nel 2006 ad oggi, ne sono state immatricolate più di 38mila unità. Ma c’è di più – aggiunge Bitti – La nuova generazione offre un design contemporaneo e riconoscibile, oltre a tecnologie avanzate per migliorare comfort, praticità e sicurezza. Le nuove motorizzazioni e lo schema delle sospensioni più sofisticato renderanno più piacevole e coinvolgente anche l’esperienza di guida. Ecco perché CEED sarà una delle auto più innovative del segmento C”.

Ve la presentiamo. Proposta in versione berlina e Station Wagon, debutterà negli show room Kia con il tradizionale porte aperte che si svolgerà nel week end del 13 e 14 ottobre. Tolto il dente, tolto il dolore (anche se, onestamente, considerato l’ottimo rapporto qualità/prezzo, non è proprio un dolore ma un’opportunità): per la nuova KIA CEED sono previsti i tre allestimenti Pure (da 19.750 euro), Business Class (da 22.500 euro) e Evolution (da 26.000 euro). Per avere la versione Station Wagon è necessario aggiungere 1.000 euro mentre per il cambio automatico servono ulteriori 1.500 euro. Aggressiva l’offerta di lancio che, complessivamente, può portare un vantaggio al cliente di 5.000 euro: 2.000 come sconto base, 1.000 euro in caso di rottamazione, 1.000 per chi sceglie la Finanziaria Scelta KIA e altri 1.000 euro per la valutazione dell’usato. Insomma, sono tutti (e tanti) buoni motivi per fare un salto, nel prossimo week end, nelle concessionarie KIA.

Lo stesso DNA della Stinger. Anche perché sarebbe l’occasione giusta per ammirare questa protagonista del segmento C che, indubbiamente, ha lo stesso DNA della famiglia “Stinger”. Leggermente più bassa, più larga e con uno sbalzo posteriore più pronunciato, CEED propone una linea atletica. Le linee rette e decise sostituiscono le forme arrotondate del modello precedente; il frontale ripropone l’apprezzato “tiger-nose” ma con una griglia più ampia e nuove prese d’aria. La visione d’insieme acquista così un nuovo carattere anche grazie all’introduzione delle luci diurne a LED “Ice Cubes” offerte di serie, un punto di contatto con la precedente versione GT Line. Anche la parte laterale di CEED è leggermente cambiata. Altri elementi identificativi sono la linea di cintura, che ora ha un andamento più orizzontale, l’ampio montante C, negli ultimi anni divenuto un segno distintivo del design KIA, e l’andamento delle superfici vetrate caratterizzate da un’elegante forma a “mezzaluna”. La (bella) sorpresa l’abbiamo avuta salendo a bordo della CEED dove appare immediatamente evidente soprattutto l’ottima qualità dei materiali utilizzati.

Con le giuste dimensioni. Nonostante la linea del tetto più bassa, la nuova piattaforma ha consentito di abbassare la seduta dei posti anteriori, creando uno spazio per la testa maggiore di prima (987 mm). A fronte di dimensioni esterne simili a quelle della passata generazione, CEED cinque porte ora vanta un bagagliaio più ampio pari a 395 litri, 15 litri in più. Anche l’altezza di accesso al vano è più bassa di 87 mm, rendendo più agili le operazioni di carico e scarico. La possibilità di regolare l’altezza del piano di carico su due posizioni consente poi di modulare al meglio lo spazio per i bagagli e di avere un vano sottostante dove ospitare gli oggetti da non lasciare in vista. Anche nuova CEED Sportswagon ha una capacità di carico significativamente superiore rispetto al passato. Il bagagliaio è cresciuto di ben 97 litri (il 14% in più), raggiungendo gli attuali 625 litri di capacità (un volume maggiore persino di alcune tourer del segmento D).

 

Sicurezza: uno sguardo alla guida autonoma. Con CEED debutta la guida autonoma di Livello 2. Prima Kia ad adottare questo sistema in Europa, CEED può essere equipaggiata con il Lane Following Assist, una tecnologia che rientra nei sistemi di guida autonoma di Livello 2; attraverso una serie di sensori esterni il sistema è in grado di monitorare il traffico, di verificare la posizione degli altri veicoli rendendo possibili i cambi di corsia in totale sicurezza e la guida nel traffico più fluida. Il sistema agisce su sterzo, acceleratore e freno, controllando anche il mantenimento di corsia ed è attivo in un range di velocità da 0 a 180 km/h. Oltre al Lane Following Assist sono disponibili numerose tecnologie di guida assistita Kia che contribuiscono ad eliminare o a ridurre molti dei pericoli di guida sulle strade: High Beam Assist, Driver Attention Warning, Lane Keeping Assist e Forward Collision Warning con Forward Collision-Avoidance Assist (il riconoscimento dei pedoni e ciclisti attraverso segnali tattili sul volante), Smart Cruise Control con Stop & Go, Blind Spot Collision Warning, Rear Cross-Traffic Collision Warning. Di serie sono sempre presenti 7 airbag, il controllo dinamico della vettura Vehicle Stability Management e il controllo di trazione ESC.

Sotto il cofano. A disposizione della nuova CEED, infatti, motori a benzina e diesel. Le motorizzazioni a benzina includono un turbo 1.0 a iniezione diretta T-GDi da 120 CV (con una coppia di 172 Nm ed emissioni di 122 g/km) e il nuovo 4 cilindri T-GDi da 1,4 litri e 140 CV, che sostituisce il precedente GDI 1.6, a fronte di una minor cilindrata offre il 4% di potenza in più e minori emissioni. Per quelli che preferiscono il diesel, ecco il 1.6 CRDi proposto nelle versioni da 115 e 136 CV, con valori di coppia di 280 Nm ed emissioni al di sotto dei 110 g/km misurati già con la nuova procedura di omologazione WLTP (Worldwide Harmonised Light Vehicle Test Procedure).

Tutte le motorizzazioni disponibili saranno abbinate a un cambio manuale a 6 rapporti, con eccezione dei nuovi motori 1.4 T-GDi e 1.6 CRDi (sia 115 che 136 CV) che saranno disponibili anche con la trasmissione automatica DTC a doppia frizione a 7 marce. Durante il nostro test drive abbiamo provato tutte le motorizzazioni disponibili e, alla fine, la nostra CEED la vorremmo così: di color Blue Flame, motore 1.4 benzina da 140 CV e cambio automatico a 7 rapporti. Vi lasciamo la scelta sul tipo di carrozzeria che, ovviamente, dipende dalle vostre esigenze di spazio.

Leave a Comment