Ecco Charleston, una moto speciale per festeggiare i 70 della mitica 2 CV

Il lungo viaggio della mitica 2 CV è partito dal Salone di Parigi del 1948 e da allora, di strada, ne ha fatta davvero tanta. Citroen Italia le ha reso omaggio realizzando una moto chiamata “Charleston”…

Quale fu la 2 CV più famosa di sempre? La Charleston. Quella bicolore, blue e bordeaux, che ha fatto innamorare intere generazioni. Bene, Citroen Italia l’ha presa come musa ispiratrice per sviluppare e realizzare una moto speciale a sua immagine e somiglianza.

La Special, realizzata da South Garage (un laboratorio di idee, un atelier in cui si realizzano progetti di customizzazione su specifiche del cliente), è stata presentata a Milano presso l’officina meccanica/trattoria/showroom Bertamè.

Quando e com’è nato il progetto.

Quello di Charlestonspiega Elena Fumagalli responsabile della comunicazione di Citroen Italia – è un progetto originale per celebrare i 70 anni della Citroën 2CV, di grande interesse nel settore dei motori, sia per gli appassionati delle quattro ruote che per gli amanti delle motociclette: una contaminazione tra i due mondi legittimata dalla creatività e dall’innovazione. Valori che appartengono a Citroën da quasi 100 anni”.

Il lancio del progetto è avvenuto a maggio seguito, a luglio, dal viaggio a Gonzaga, al Raduno Nazionale delle bicilindriche, luogo ideale dove trarre ispirazione e cogliere lo spirito di migliaia di appassionati e proprietari di 2CV che alimentano quotidianamente la passione per quest’icona dell’auto.

Realizzata in un unico esemplare, sarà presentata in anteprima al pubblico accanto alla 2CV sua musa ispiratrice, a EICMA, il Salone del ciclo e motociclo, nello stand di Moto.it (stand G44, Padiglione 15). Il preciso obiettivo dell’operazione è stato quello di dare alla moto un imprinting stilistico che richiamasse immediatamente le linee della 2CV, ma senza effettuare interventi invasivi su telaio, ciclistica e motore della moto originale. L’intento era quello di “stravolgere” lo stile esterno della moto ma senza “sconvolgere” alcuni suoi elementi basilari. Un lavoro in cui la libera espressione creativa è associata all’estrema precisione di esecuzione e accuratezza fin nei minimi dettagli.

“Charleston”: una piccola opera d’arte

La moto riprende in maniera chiara le linee ed i colori della 2CV Charleston a cui è ispirata.

Nella parte posteriore della moto sono proposti i parafanghi della 2CV Charleston, con le loro inconfondibili forme arrotondate. Precedentemente verniciate sono poi state ri-accoppiate al corpo centrale della moto, affiancate dai para-tacchi.

E’ stato installato un originale porta-pacchi cromato che richiama il logo Citroën, il “double chevron”, a forma di due V sovrapposte rovesciate che rappresenta uno speciale ed innovativo ingranaggio a doppia cuspide prodotto nelle officine Citroën di Parigi dall’inizio del ‘900. Gli scarichi originali della moto con la loro forma a bottiglia si integrano perfettamente nelle linee arrotondate della livrea. Il sedile in pelle richiama gli inserti nel serbatoio anch’essi in pelle con cuciture orizzontali.

Come le altre parti della carrozzeria della moto, il serbatoio è stato accuratamente carteggiato, filettato ed infine verniciato nei colori originali della 2CV Charleston per un effetto elegante e brillante. Un lavoro artigianale, eseguito interamente a mano con grande maestria.

Anche il frontale della moto Charleston presenta espliciti richiami alla vettura 2CV: oltre al singolo faro con il vetro giallo, la vistosa griglia centrale in lamiera bordata con stecche lucidate e poi saldate che richiama al centro l’inconfondibile ” double chevron “.

Sempre sull’avantreno è stato montato un originale para-gambe, anch’esso nei colori nero e Rouge Delage, con filettature argento.

Leave a Comment