Ferrari F8 Tributo: sua “eccellenza”

Ginevra. Eccola. C’era tanta attesa e finalmente il fatidico giorno è arrivato. Al Salone di Ginevra abbiamo scattato le prime immagine della splendida F8 Tributo, svelata da Enrico Galliera, capo Marketing della casa di Maranello.

Dicono sia l’erede della mitica 488 GTB ma in realtà, tutte le Ferrari rappresentano uno splendido capitolo di un libro che è lo specchio dell’automobile. La F8 Tributo è quindi il primo modello che Ferrari lancerà nel corso del 2019.

“Siamo orgogliosi di presentare questa splendida berlina a due posti – ha dichiarato Enrico Galliera subito dopo aver tolto il fatidico velo – che ospita sotto il cofano un V8, il più potente mai prodotti da Ferrari”.

Un motore da 720 CV

Motore centrale-posteriore che rappresenta, con i suoi 720 CV, il nuovo punto di riferimento per prestazioni, affidabilità, piacere di guida e perché no? Consumi. Dopotutto si basa su quello stesso propulsore che, per 3 anni consecutivi, è stato premiato come “International Engine of the Year”.

  

Sostituisce la 488 GTB

La F8 Tributo sostituisce la 488 GTB migliorandone in maniera significativa i principali parametri: oltre al propulsore, in grado di erogare 50 cv in più, la nuova Ferrari è più leggera di 40 kg, ha una aerodinamica migliorata sensibilmente (+10%) e gode di una versione aggiornata del Side Slip Angle Control.

 

 

Leave a Comment