Siamo proprio sicuri che il diesel verrà abbandonato?

1° gennaio 2020: a partire da questa data verrà introdotta la normativa Euro 6d. Mercedes-Benz, grazie ad investimenti importanti, punta (quasi) tutto sui nuovi motori diesel.Mercedes-Benz ha inaugurato la nuova primavera del diesel, tanto che ha tutti i motori endotermici che soddisfano i nuovi parametri.

Proprio mentre era in atto una crociata contro i motori endotermici (e in particolare contro i motori diesel) a favore dell’ibrido e dell’elettrico, Mercedes-Benz ha investito oltre tre miliardi di euro per rinnovare tutti i suoi propulsori. Nel 2016 Mercedes-Benz, infatti, ha avviato un’offensiva che includeva motori diesel a quattro cilindri di nuova concezione (OM 654 ed OM 654q) ed un sei cilindri diesel (OM 656). Su questa base, già oggi tutta una serie di modelli diesel Mercedes-Benz soddisfa la norma Euro 6d (dalla Classe A alla GLE).

La lista

Di seguito tutti i modelli Mercedes-Benz che già soddisfano la normativa Euro 6d. A 200 d, A 220 d, B 200 d, B 220 d, CLA 200 d Coupé, CLA 220 d Coupé, CLA 200 d Shooting Brake, CLA 220 d Shooting Brake, GLC 200 d 4MATIC, GLC 220 d 4MATIC, GLC 300 d 4MATIC, GLC 200 d 4MATIC Coupé, GLC 220 d 4MATIC Coupé, GLC 300 d 4MATIC Coupé, GLE 350 d 4MATIC, GLE 400 d 4MATIC, GLS 350 d 4MATIC, GLS 400 d 4MATIC.

Minori emissioni di N0x

Le innovative tecnologie che sono state implementate garantiscono minori emissioni di NOx. In virtù di questi progressi, con il passaggio alla nuova generazione di motori, tutti i modelli di nuova generazione della Stella soddisfano le norme Euro 6d-TEMP o Euro 6.

Nelle misurazioni dei gas di scarico, i valori limite degli NOx (con la norma Euro 6d non devono superare 80 milligrammi per chilometro anche nel caso della procedura RDE (Real Driving Emissions)) vengono definiti ‘not to exceed’, ovvero valori limite che devono essere rispettati in ogni guida RDE valida. Ciò significa che una vettura non deve superare tale valore anche con la combinazione più sfavorevole delle condizioni RDE (ad esempio trasportando carichi pesanti, percorrendo tragitti collinari e in condizioni di temperatura e traffico sfavorevoli). Il limite non vale solo per le vetture nuove, ma anche per vetture con percorrenza superiore a 100.000 chilometri. Come confermato da misurazioni indipendenti, spesso nei test reali su strada il valore effettivo risulta ben al di sotto degli 80 milligrammi per chilometro.

 

Lo sostiene ‘auto motor und sport’

Secondo la rivista tedesca specializzata ‘auto motor und sport’, dopo le misurazioni dei gas di scarico effettuate su dodici vetture di prova di differenti marchi, la C 300 d Station Wagon (consumo di carburante nel ciclo combinato 5,6-5,0 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato 147-133 g/km) è risultata “pressoché esente da emissioni di NOx”. Nel testo, i risultati della misurazione vengono ulteriormente precisati: “Facendo segnare appena 13 milligrammi di NOx, la vettura guadagna il vertice del nostro elenco delle auto più pulite. Fino a poco tempo fa era impensabile che una vettura diesel potesse mai raggiungere tali valori.

Occorre tuttavia osservare che il nuovo motore diesel da due litri OM 654 è stato costantemente ottimizzato al fine di ridurre le emissioni. Il problema degli NOx di molte città dovrebbe quindi risolversi non appena saranno immatricolate auto nuove in quantità sufficiente”.

Secondo l’ADAC…

Nel febbraio del 2019 l’ADAC ha offerto il resoconto di ampie misurazioni eseguite in proprio: “Nel reale esercizio di marcia, le emissioni di NOx delle autovetture attuali sono molto al di sotto dei valori limite sul banco di prova”. Particolarmente positivo è risultato il valore della Mercedes C 220 d (consumo di carburante nel ciclo combinato 4,8 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato 126-117 g/km), “il suo valore NOx si è attestato in un campo appena misurabile compreso tra 0 e 1 mg/km”.

Queste singole misurazioni dimostrano che, con la nuova generazione di motori, la sfida degli NOx può essere vinta tecnicamente anche dalle vetture diesel. A questo riguardo, tuttavia, sono ancora più significative le emissioni medie di una vettura nel corso di molte migliaia di chilometri: in questo caso, le autovetture Mercedes-Benz dotate della tecnologia diesel più recente raggiungono valori medi pari a 20 – 30 mg di NOx per chilometro in condizioni RDE.

Per quanto riguarda le emissioni di azoto delle vetture diesel di differenti costruttori, l’ADAC ha attualmente rilevato: “I motori diesel Euro 6d-TEMP emettono in media meno NOx rispetto ai diesel Euro 6b in misura pari al 76% e all’85% rispetto ai diesel Euro 5. Le misurazioni a campione su strada hanno mostrato che, considerando buoni motori diesel Euro 6d-TEMP, la riduzione delle sostanze nocive rispetto a motori diesel Euro 5 di media qualità raggiunge perfino il 95 – 99%”.

 

 

 

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.