Porsche espone le sue opere d’arte all’Auto e Moto d’Epoca 2019

Nella più importante manifestazione italiana dedicata al mondo dei veicoli storici e da collezione, Porsche Italia è protagonista anche quest’anno del grande evento alla Fiera di Padova.Porsche Italia si presenta al grande pubblico nello stesso spazio LineaT Studio, già utilizzato nel 2018 dopo essere stato scelto con il concorso ‘A Pavilion for Porsche’ promosso in collaborazione con la rivista di architettura The Plan e riservato a designer under 35.

“Dopo aver festeggiato nel 2018 il settantesimo anniversario del nostro marchio – ha commentato Pietro Innocenti, Amministratore Delegato di Porsche Italia – è bello ritrovarsi ancora una volta qui a Padova in questa manifestazione che è diventata il più importante punto di riferimento e d’incontro per tutti gli appassionati di auto classiche, compresi i nostri attivissimi Club e registri Porsche”.

Quest’anno Porsche festeggia tre importanti anniversari: “I 50 anni della 914 – svela Innocenti – la due posti a motore centrale che portò ad un pubblico più ampio i valori di Porsche; i 20 anni dal lancio della 911 GT3, il modello che segnò una nuova era trasferendo l’agilità e le prestazioni di una vera auto da competizione sulle strade. E i 50 anni della leggenda 917, che ospitiamo qui a Padova nella famosissima livrea Gulf e che venne progettata da Ferdinand Piech”.

Oltre ai modelli storici esposti a fianco dell’ultima generazione della 911, la serie 992, l’attenzione nello stand di Auto e Moto d’Epoca è catalizzata anche dalle Porsche che hanno conquistato il podio della quinta edizione del Concorso di Restauro riservato ai modelli ‘classic’ e promosso presso tutti i Centri Porsche e Centri Assistenza Porsche italiani della rete ufficiale.

A dominare questa speciale ‘competizione’ tra esperti degli interventi sulle auto d’epoca è stata una splendida 911 S 2.2 del 1970 di colore Signal Orange restaurata dal Centro Assistenza Porsche Padova Est su commissione di un cliente privato. Il completo intervento ha riguardato la meccanica, motore e cambio, il telaio e la scocca, quest’ultima lavorata presso la carrozzeria Ruzza certificata Porsche di Padova, oltre che la selleria, rifatta ex-novo, l’impianto elettrico e la funzionalità di pedaliera e leveraggi cambio.

La piazza d’onore è andata alla 912 Verde Irlanda del 1968 restaurata dal Centro Porsche Roma, seguita dall’altra 912 Verde Irlanda del 1966 presentata dal Centro Assistenza Porsche Sanremo.

 

Leave a Comment