Alfa Romeo Giulia e Stelvio MY 2020: attenti a quei due!

Il Biscione ha scelto la splendida Puglia per il (ri)lancio dei suoi gioielli Giulia e Stelvio. Che si sono fatti apprezzare per la tecnologia e, soprattutto, per l’ottima dinamica di guida…Quando si deve lanciare una nuova vettura la comunicazione (ma anche il marketing) si affida a dei precisi concetti. Nel caso di Alfa Romeo Giulia e Stelvio sono la tecnologia, la guida autonoma (siamo al Livello 2) e la connettività.

Se a tutto ciò aggiungiamo anche il tradizionale comfort Alfa Romeo che trasforma l’esperienza di guida moto più piacevole, organizzata e sicura, beh… tanta roba davvero! E lo diciamo con cognizione di causa visto e considerato che, noi di formulamotori.it abbiamo avuto l’opportunità di guidarle.

Aggiungiamo che, sugli stessi livelli di eccellenza, sono anche la qualità degli interni, la tecnologia di bordo, il nuovo sistema di infotainment (completamente rinnovato e dotato di servizi connessi), l’interfaccia uomo-macchina ridisegnata e, ovviamente per il Biscione, la dinamica di guida abbinata ad un’ottima tenuta di strada. Insomma, secondo noi, adesso, Giulia e Stevio sono davvero pronte per lanciare la sfida alle “uber alles”.

L’infotainment che conta

A bordo di Giulia e Stelvio si crea un rapporto simbiotico tra uomo e vettura grazie allo sterzo diretto, alla dinamica di guida (che è ormai un punto di riferimento), alla distribuzione perfetta dei pesi e alle risposte del veicolo sempre sincere ed entusiasmanti. Per godere appieno e senza distrazioni di un’esperienza di guida di livello, in cui passione e sicurezza possano convivere, occorre che l’interazione tra l’uomo e l’auto sia totale. Per questo con il nuovo MY 2020 di Giulia e Stelvio l’interfaccia HMI evolve ad un livello superiore, si sviluppa nel senso di un miglioramento semplice, fruibile e intuitivo. Un punto a favore? Il nuovo schermo TFT da 7” posto nel cuore del quadro strumenti (di serie su entrambe le vetture), a portata di sguardo. Il layout dello schermo è stato ridisegnato, per accogliere un maggior numero di informazioni in modo razionale ed ospitare i parametri relativi alle tecnologie di guida autonoma.

Il display centrale da 8,8” evolve in modo sostanziale, diventando touchscreen e grazie a un layout completamente nuovo, ottimizzato nella grafica secondo la logica dei widget. Ogni utente può creare così la propria homepage, in cui ogni funzionalità della vettura è un’applicazione.

Alfa Connect Services: è solo “my”

Le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio MY 2020 sono equipaggiate con Alfa Connect Services, lo strumento che offre connettività di bordo avanzata e una serie di servizi utili per la sicurezza e il comfort.

I pacchetti disponibili sono numerosi: My Assistant offre la chiamata SOS che in caso di collisione o emergenza, consente all’occupante attraverso il tasto SOS sulla plafoniera al tetto (o il comando sulla radio o tramite mobile app), di inviare richiesta di soccorso al call center con posizione e identificativo del veicolo. In caso di incidente, la chiamata parte in automatico. Nei casi di avaria del veicolo è possibile inviare la chiamata all’assistenza stradale con le coordinate del veicolo per consentirne il soccorso.

La chiamata è attivabile attraverso il pulsante Assist sulla plafoniera, o premendo il comando sul display della radio o sulla mobile app del proprio smartphone. Con le stesse modalità è inoltre possibile mettersi in contatto direttamente con il Customer Care per richiedere supporto. Incluso nel pacchetto c’è anche il servizio di report, con cui il cliente viene informato sullo stato di salute della propria Alfa Romeo tramite report mensili mandati via mail. My Remote comprende diversi servizi tra cui la possibilità di controllare a distanza via smartphone/smartwatch alcune funzionalità della propria vettura (apertura/chiusura porte, lampeggio luci), di comunicare con assistenti digitali vocali Alexa, Google Home, di localizzare il veicolo, di controllare alcuni parametri (velocità e area) e di essere avvisati nel caso in cui non siano rispettati. My Car consente di tenere sempre sotto controllo lo stato di salute e i parametri della vettura.

My Navigation comprende le applicazioni per la ricerca della destinazione e dei Point of Interest (POI) a distanza e gli avvisi in tempo reale sulle condizioni traffico, meteo e autovelox. È incluso nel pacchetto anche il servizio Send & Go con cui il cliente ha la possibilità di inviare la destinazione sul proprio navigatore direttamente dal proprio smartphone o dal portale web. Non mancano poi il servizio My Wi-Fi che permette di condividere la connessione internet tra più dispositivi a bordo, fino a un massimo di 8, My Theft Assistance, che avvisa il proprietario in caso di tentato furto o My Fleet Manager, pensato per la gestione delle flotte. Molti di questi tool saranno disponibili già al lancio, mentre l’offerta complessiva sarà arricchita e completata nel corso del 2020.

Abitacolo: il Made in Italy esiste ancora

Cura, ricerca e visione contemporanea hanno consentito di accrescere la qualità attraverso interventi mirati e sostanziali: nuova consolle centrale, completamente ridisegnata per accogliere vani portaoggetti più ampi e accessibili, oltre alla nuova funzionalità wireless charger. Nuova anche la leva del cambio, che presenta un rivestimento in pelle e accenti luminosi, per un appagamento sia tattile sia visivo con, alla base del selettore, una firma tricolore. Infine, il rotary knob che gestisce l’infotainment restituisce una sensazione di precisione e solidità a ogni tocco. Il volante merita un capitolo a sé: ogni allestimento presenta materiali e dettagli peculiari, molteplici espressioni di soddisfazione del pilota, incessanti stimoli a proseguire la marcia per carezzare le pregiate pelli, traforate e no, e apprezzare l’alternanza di accenti lucidi e cromati.

Guida autonoma? Siamo al Livello 2

Con il nuovo MY 2020, su Giulia e Stelvio esordisce un set completo di funzionalità ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) che consente alle vetture di offrire il più alto livello di guida autonoma in un perfetto equilibrio tra piacere di guida e sistemi di assistenza. Si tratta del Livello 2, che per definizione si raggiunge quando il guidatore può lasciare alla sua vettura il controllo di acceleratore, freno e sterzo in determinate condizioni, attraverso sistemi elettronici che richiedono il continuo monitoraggio del guidatore ma lo supportano per offrirgli un maggiore comfort, soprattutto nei lunghi viaggi. Il guidatore deve in ogni caso esercitare un controllo continuo mantenendo sempre le mani sul volante.

Fra le principali tecnologie abilitanti presenti sul MY 2020, il Lane Keeping Assist (rileva se il veicolo si sta allontanando dalla corsia senza che l’indicatore di direzione sia stato attivato e avvisa il conducente attraverso visivi e tattili. Interviene attivamente riportando il veicolo in corsia); l’Active Blind Spot Assist (monitora gli angoli ciechi posteriori segnalando eventuali veicoli in avvicinamento e applicando una correzione sullo sterzo per evitare la collisione);

l’Active Cruise Control (regola automaticamente la velocità del veicolo per mantenere una distanza di sicurezza dai veicoli che lo precedono. In cooperazione con il sistema di riconoscimento dei segnali stradali consente di regolare la velocità impostata in relazione ai limiti imposti, per una guida più confortevole); il Traffic Sign Recognition e Intelligent Speed Control (utilizza la telecamera di bordo, riconosce i segnali stradali riportandoli sul display e avvisa il conducente del limite di velocità corrente).

Giulia: la gamma motori

Per Giulia si parte con la motorizzazione 2.2 turbodiesel da 136 CV a trazione posteriore e con cambio automatico. Di serie, oltre al nuovo Alfa Connect 8.8’’ Multitouch display e al quadro strumenti TFT da 7” anche sistemi di assistenza alla guida quali Autonomous Emergency Brake, Lane Departure Warning e Cruise Control.

A partire dalla Super, anche il benzina 2.0 da 200 CV e il diesel da 160 CV a trazione posteriore, i fari allo Xenon e i sensori di parcheggio posteriori. A questi tre propulsori si aggiunge il diesel 190 AWD per la Business, che offre Active Cruise Control, navigatore e integrazione con Apple CarPlay e Android Auto. La denominazione Veloce, tra le più iconiche di Alfa Romeo, è dedicata alle Giulia più sportive caratterizzate da potenti motorizzazioni benzina da 280 CV e diesel da 210 CV a trazione integrale, dotate di sedili sportivi, dettagli in Dark Miron e cerchi in lega Performance da 19” con pneumatici runflat differenziati tra anteriore e posteriore.

Sotto il cofano della Stelvio

Si accede al mondo Stelvio con la motorizzazione 2.2 turbodiesel da 160 CV e trazione posteriore. Di serie, il nuovo Alfa Connect 8,8” MultiTouch, il nuovo quadro strumenti 7” TFT e i sistemi di assistenza alla guida quali Autonomous Emergency Brake, Lane Departure Warning, Cruise Control e sensori di parcheggio posteriori.

Stelvio Super arricchisce l’offerta con proiettori Xenon 35W adattivi, integrazione Apple Car Play e Android Auto e cerchi in lega Lusso da 18”. Stesse motorizzazioni più la 190 CV a trazione integrale su Business, che offre di serie accessori indispensabili per un utilizzo professionale del SUV come l’Active Cruise Control e il navigatore oltre all’integrazione con Apple CarPlay e Android Auto, keyless entry e una seconda porta USB posteriore. Interni in tecno pelle/tessuto, cerchi da 19” e ADAS di primo livello caratterizzano l’Executive mentre su Ti, motore 2.0 a benzina da 280 CV e diesel da 190 e 210 CV e contenuti che rispecchiano l’esclusività della versione, come sedili e plancia in pelle, inserti in legno, cornice finestrini cromata, pedaliera in alluminio, volante, ugelli e sedili elettrici a 8 vie riscaldati. La sportività della Sprint si esprime attraverso il volante in pelle, pinze freno nere, dettagli in Dark Miron per i badge, la “V” del trilobo, gli scarichi, lo skid plate, e motori a benzina da 200 CV e diesel da 190 CV disponibile sia con trazione posteriore sia integrale Q4. Ancora più potenza per la Veloce, con motori benzina da 280 CV e diesel da 210 CV, e nuovi esclusivi dettagli estetici: oltre alle caratterizzazioni Dark Miron specifiche dell’anima sportiva di Stelvio, la Veloce offre nuovi esclusivi dettagli in tinta carrozzeria, quali fascia inferiore del paraurti posteriore, passaruota e minigonne.

Leave a Comment